L'ottimismo è il profumo della vita!

Pubblicato il da nella categoria: Cinema e Televisione.

Guardi la sua filmografia, e ti devi rendere conto che, senza di lui, il cinema italiano sarebbe stato poca cosa. Tonino Guerra ha sceneggiato quasi tutte le più belle storie raccontate con la pellicola sui grandi schermi italiani. Le ultime opere di Fellini, e poi molte di De Sica, Monicelli, Petri, Rosi e dei fratelli Taviani portano anche la firma di Tonino Guerra. E Antonioni, con il quale ha lavorato dal 1959 fino a cinque anni fa, alla morte del regista ferrarese, ha voluto che fosse lui a sceneggiare i suoi film più importanti, dalla tetralogia esistenziale dell’incomunicabilità in avanti.
Certo che deve essere stato davvero bravo Tonino Guerra, se è stato capace di raccontare in quel modo il dramma dell’incomunicabilità, lui che, sangue romagnolo nelle vene, emanava una straordinaria carica di simpatia e aveva un’incredibile capacità di interloquire con tutti. Diceva che la sua forza era nelle parole, ma peccava di grande modestia: vi ricordate di quanta presenza scenica fosse capace, in uno spot pubblicitario di qualche anno fa, quando cantava il suo credo nell’ottimismo?
È stato un Autore completo. Oltre che grandi sceneggiature, ha scritto narrativa e poesie, anche in lingua di Romagna, e poi opere teatrali e spot pubblicitari; pittore, scultore e ideatore di allestimenti scenici, non è mai stato avaro, nei confronti del pubblico, dei frutti della sua straordinaria capacità creativa e visionaria.
Nato nel 1920, in terra di Romagna, dove si è spento nei giorni scorsi, ci ha regalato oltre settant’anni della sua preziosa intelligenza e voglia di fare, incarnando e rappresentando nel mondo uno splendido esempio della continuità del genio artistico e creativo italiano.

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…