Riletture serali quando fuori piove

Pubblicato il da nella categoria: Libri.

Rimane innanzitutto un incredibile senso di sole negli occhi, di un ostacolo visivo che non ci mostra tutto quanto c’è da vedere, ma ci dà modo di sentirlo. Tra i personaggi che si muovono in questo lungo racconto, solo Kazami, anche voce narrante, ha forme tridimensionali: d’altronde, di lei sappiamo quasi più di quanto riveli lei stessa. Ma non è solo questo, la differenza non sta nel quanto conosciamo dell’uno e dell’altro personaggio ma nel come l’uno e l’altro arrivano sulla superficie della pagina. Sembra che l’autrice abbia allestito per la propria protagonista una mostra. Nella sala di un’estate della vita di Kazami sono stati disposti lungo il percorso non quadri, ma pagine e pagine, che lei legge e si appresta a tradurre: sono loro i personaggi che le ruotano intorno, perché questo sono, racconti, e di questo si tratta, racconti. La loro storia di oggi inizia in un’altra, in quella di Sarao Takase, famoso scrittore giapponese padre dei gemelli Otohiko e Saki, che scrivendo dei figli sembra tracciarne a priori l’esistenza: una strana vita di legami impossibili vissuti con il senso di una camminata in città sotto uno scrosciante temporale. Fa da ponte tra loro e Kazami Shoji, suo amante, impegnato nella traduzione del novantottesimo racconto di Takase intorno al quale sembra intrecciarsi un enigma fatto di suicidi che apparentemente non avrà soluzione. Perché se alcuni nodi non saranno sciolti da un canonico epilogo da racconto noir, ci si accorge leggendo che non sono i se ma il a essere il nocciolo della vicenda. Il modo in cui i gemelli, l’inquietante Sui e l’indecifrabile Shoji scombinano le carte di questa piccola porzione di esistenza di Kazami, si specchia perfettamente nelle parole di sua madre quando la mette in guardia rispetto al tradurre: «in una traduzione, per quanto uno si sforzi di mantenere un certo distacco, si sviluppa comunque un attaccamento… il proprio pensiero comincia a coincidere con i circuiti mentali dell’altro… non si capisce più dove finisce il proprio pensiero, e quello dell’altro piano piano si infiltra anche nella vita di tutti i giorni».

Titolo: N.P.
Autrice: Banana Yoshimoto
Casa editrice: Feltrinelli
Anno: 1992
Prezzo di copertina: 10.000 £
ISBN: 8807812800

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…