Il film di Jean-Marc Vallée sull'AIDS, che ha conquistato l'Academy e la critica

Pubblicato il da nella categoria: Cinema e Televisione.

Ron Woodroof (Matthew McConaughey) è un cowboy del Texas che ama il rodeo, le belle donne, l’alcool e la cocaina. Un vero duro con una buona dose di arroganza e di pregiudizi, destinati a cadere come un castello di carte il giorno in cui scopre di aver contratto il virus HIV dopo aver avuto un rapporto non protetto. Alla notizia di avere davanti solo trenta giorni di vita Ron non ci sta, non è pronto per morire. Inizia quindi una ricerca personale che lo porta a scoprire che il farmaco sperimentale chiamato AZT sottoposto ai malati dell’ospedale dove è in cura non è efficace ma addirittura è nocivo, mentre invece il mix di medicinali e vitamine propostogli da un medico in Messico sembra farlo stare meglio. Queste ultime sostanze non sono però approvate dallo Stato americano, e nasce così l’idea di fondare il Dallas Buyers Club: in cambio di una quota mensile di 400 dollari, Ron distribuisce ai sieropositivi iscritti al club questi medicinali che contrabbanda dagli altri paesi. Ad affiancarlo in questa avventura ci sono la dottoressa Saks (Jennifer Garner) e il transessuale Rayon (Jared Leto), anche lui malato. Un film tratto da una storia vera e inserita in un contesto storico particolare: sono gli anni ’80, il decennio in cui l’AIDS fa il boom. È sulla bocca di tutti, ma nessuno ne sa davvero qualcosa, viene associata agli omosessuali con disprezzo e ignoranza. Un tema difficile da affrontare, ma il regista e gli attori sono riusciti con maestria a trattarlo con realismo. McConaughey (Oscar come miglior attore protagonista) è da applauso, il suo personaggio sostiene da solo tutto il film senza difficoltà, ma la vera perla è l’interpretazione di Jared Leto, che ha su di sé il peso di dover dare vita a un personaggio che non solo è sieropositivo, ma è anche transessuale e tossicodipendente: a tratti diverte, a tratti commuove, la statuetta come migliore attore non protagonista se l’è davvero meritata. Da vedere.

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…