“Uno sguardo intriso di semplicità, passione e voglia di fare. Un cuore che, dotato di un’estrema forza d’animo, non perdeva mai il desiderio di lottare per quegli obiettivi che si era prefissato”

Pubblicato il da nella categoria: Sport.

Un uomo di sport ci ha lasciati. Un protagonista assoluto. Una figura esemplare e storica. Nei giorni scorsi ci sono passate davanti agli occhi lunghe serie di immagini, alcune delle quali in bianco e nero, che ci hanno mostrato un mondo che ora ci appare lontano anni luce. Lontano anni luce non da un punto di vista temporale o fisico, ma mentale, comportamentale ed etico.
Pietro Mennea è stato un baluardo dello sport mondiale degli anni ’70 e ’80, sia come atleta che, e soprattutto, come persona. È stato una bandiera italiana per diverse generazioni di tifosi. Si è battuto incessantemente ogni giorno della sua vita per condividere con gli altri la sua esperienza, caratterizzata da successi e momenti difficili.
Uno sguardo intriso di semplicità, passione e voglia di fare. Un cuore che, dotato di un’estrema forza d’animo, non perdeva mai il desiderio di lottare per quegli obiettivi che si era prefissato. Perché lo sport è un modo di vivere la vita, e se si mettono in campo certi valori nei confronti dei compagni di squadra, questi stessi pilastri verranno impiegati anche nelle relazioni umane che si manifestano esternamente a un terreno da gioco.
Insomma, non possiamo che ringraziare Pietro Mennea per quello che ci ha donato, per le emozioni che ci ha fatto provare, per lo sport che ci ha fatto conoscere. Uno sport forse meno spettacolare e sofisticato rispetto all’odierno, ma probabilmente più sano, coinvolgente e partecipativo. Uno spazio che, col passare del tempo, si è fatto sempre più avvolgere dagli affari, perdendo per strada i suoi tratti più ludici.
Un’immagine su tutte domina la mente di chi vi scrive: la semplicità nell’abbigliamento utilizzato in passato per correre. La maglia azzurra che taglia per prima il traguardo, accompagnata da un sorriso denso di fatica e di felicità. Quei calzoncini che, poco aderenti alle gambe, sembrano ricercare poco la velocità in sé, per una vittoria a tutti i costi.
Ciao Pietro.

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…