Una mostra eccezionale con un affascinante quanto ricco catalogo realizzato da Skira Editore

Pubblicato il da nella categoria: Arte.

Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento, raccoglie per la prima volta, in un’unica grande esposizione, tutti i quattro bellissimi ritratti femminili riferibili alla mano di Antonio e di Piero del Pollaiolo. Queste opere, forse appartenenti al genere del “ritratto nuziale”, sono anche un mezzo privilegiato per la rappresentazione della società di fine Medioevo: vi sono infatti raffigurate vesti, tessuti, gioielli, elementi che, accanto al valore artistico, costituiscono un fondamentale documento storico grazie alla capacità di raccontare la vita e la società dell’epoca e,
proprio per questo, accanto alle quattro opere saranno esposti disegni, sculture in bronzo e terracotta, oreficerie e altre opere insolite e preziose provenienti dai maggiori musei del mondo: Gemäldegalerie di Berlino, Metropolitan Museum of Art di New York, Museo del Louvre di Parigi, National Gallery di Londra, Museo, Nazionale del Bargello, dal Museo Stefano Bardini, Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze, l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, fino alla Galleria degli Uffizi di Firenze. Il Museo Poldi Pezzoli, si appresta quindi a ospitare una mostra dal gran profilo e livello artistico, grazie ai prestigiosi prestiti e collaborazioni con i maggiori musei del mondo. Realizzata grazie a Fondazione Bracco, la mostra vedrà come protagonista assoluto Ritratto di dama, affascinante opera considerata, a ragione, fra i maggiori capolavori della ritrattistica fiorentina della seconda metà del Quattrocento e assurto a simbolo stesso del museo milanese. A completare la ricca esposizione sono previste molteplici iniziative diffuse sul territorio cittadino e rivolte a tutti, oltre ad approfondimenti dedicati a professionisti e studiosi esperti dell’argomento. “Quest’esposizione” afferma il Direttore del Museo Annalisa Zanni “vuole essere motivo d’orgoglio per tutta la città di Milano e dare vita ad un vero network tra istituzioni culturali, anche in vista di Expo 2015”. “I dipinti dei fratelli Pollaiolo” afferma Diana Bracco “ritraggono quattro figure di donne che incarnano lo spirito del Rinascimento italiano nella sua ricerca del bello e nella sua valorizzazione della figura femminile. Una stagione, quella rinascimentale, che è stata anche la culla del genio e del saper fare italiano, nonché dell’eccellenza artigianale made in Italy. Uno spirito che vogliamo far rivivere con l’Expo di Milano 2015, che metterà l’Italia al centro dell’attenzione del mondo”. Proprio grazie alle molteplici partnership con queste realtà, che il Museo ha iniziato ad attivare e che continuerà a sviluppare nei prossimi mesi, è in via di definizione un ricco calendario di eventi che consentirà al pubblico di vivere approfondimenti legati al tema della bellezza femminile dal Rinascimento ad oggi in diverse modalità. Tra le diverse attività in programma sono previsti dibattiti e conferenze organizzati insieme a Fondazione Bracco, all’Università degli Studi di Milano, a Fondazione Corriere della Sera, a Quartieri Tranquilli e a Book City, spettacoli in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro Franco Parenti e lo Spazio No’hma itinerari speciali condivisi con i Musei della città (come Gallerie d’Italia – Piazza Scala, Milano) e concerti dedicati in collaborazione con la Fondazione Orchestra sinfonica e Coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi e con Serate Musicali. Saranno inoltre ideati appuntamenti speciali ed esclusivi, come shooting fotografici che verranno allestiti in alcuni dei luoghi simbolo di Milano e che vedranno impegnati alcuni famosi professionisti della scena nazionale (Neige de Benedetti, Maki Galimberti, Giovanni Gastel, Maria Mulas e Massimo Zingardi) accanto a giovani promettenti fotografi (tra i quali, gli ex allievi del corso per Fotografi di scena dell’Accademia Teatro alla Scala).

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…