Le parole scappano, spesso scivolano dalla bocca, incontenibili, fuggevoli.

Pubblicato il da nella categoria: Arte.

Il teatro è il luogo in cui la parola abita più che altrove: perché è una parola che si fa oggettiva, diventa corpo, concreta materia, contenitore di emozioni, sentimenti, immagini.
Perciò l’intervento sposterà l’attenzione sulla parola che si fa corpo.
Gli occhi, uno sguardo, una mano, l’intero nostro corpo parlano per noi, meglio di noi, meglio di quanto ognuno di noi possa pensare. La parola si fa corpo in un verso poetico, in una rima, in una frase di ogni grande autore.
Parleremo perciò di peso specifico delle parole, di sintassi di silenzi, di oggettivazione della parola. Parleremo del sottotesto emotivo, ci riscalderemo usando semplici e divertenti esercizi improvvisativi, per arrivare a un testo, o a più testi, attraverso i quali restituire il corpo delle parole, o le parole del corpo.

Andrea de Manincor:
Attore professionista da più di vent’anni, scrive per il teatro, animatore e insegnante in numerosi laboratori teatrali.
Ha lavorato con alcune delle più importanti compagini del teatro professionale italiano: Teatro Segreto di Salerno, Nuovo Teatro di Napoli, Teatro Stabile di Roma, lavorando con Piero Maccarinelli, Ruggero Cappuccio, Gene Gnocchi; su Verona con Fondazione Aida, LiberArt, Teatro Scientifico, Teatro Stabile di Verona, Ippogrifo Produzioni, impegnandosi fortemente anche nel Teatro per ragazzi negli ultimi quindici anni.
Ha girato per la Rai in “C’era una volta la città dei matti”, “Don Matteo 8” e per Sky nella seconda serie de “I Borgia”, di prossima programmazione, e nel film dedicato al delitto Amanda Knox in “Murder on Trial”
Ha girato in “Non scomparire”, secondo lungometraggio del regista veronese Pietro Reggiani, e in “Orlando and Company” di Alberto Rizzi.
Tra gli spettacoli degli ultimi anni ricordiamo: “Pericle” con Daniele Pecci, “Enrico IV” con Ugo Pagliai, “Il Bugiardo” con Dario Cantarelli; “Tre sull’altalena” con Roberto Vandelli, “La vedova scaltra”, “Il Ponte dei Colori”, “Antigone”, “Edipo Re”, “SetNordEst”, per il quale ha vinto un importante premio drammaturgico, “Canapa” e “Verona Milan Cinque a Tre”.

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…