Ha inaugurato con successo la rassegna di incontri dell’associazione culturale Idem

Pubblicato il da nella categoria: Arte.

IDEM – percorsi di relazione è un’associazione culturale che intende promuovere riflessioni sulle dinamiche in atto nella nostra società, con un’ottica particolare sulle proiezioni future; formulare analisi e proposte di sviluppo; favorire relazioni, contatti, connessioni, occasioni di incontro e di confronto, soprattutto tra i giovani; realizzare progetti e iniziative che favoriscano l’apertura, il dialogo e l’innovazione. In linea con le sue prerogative statutarie, anche quest’anno, IDEM organizza “Oltre confine – le metafore del cambiamento 11|12”. La rassegna ha inaugurato il 12 dicembre con l’incontro-conferenza di Vittorio Sgarbi. Il celebre critico d’arte ha presentato “Piene di grazia. Il volto della donna nell’arte”, sua nuova opera edita da Bompiani. La rassegna culturale riprenderà il 12 gennaio con l’opinionista Giampiero Mughini per poi proseguire con l’attesissimo incontro/concerto di Ornella Vanoni (26 gennaio). Il mese di febbraio si aprirà con Alberto Arbasino (2 febbraio). Il 1 marzo sarà la volta del filosofo Umberto Galimberti; Lucio Caracciolo sarà protagonista invece il 9 marzo. Di nuovo arte l’11 aprile con Philippe Daverio. Appuntamento con il celebre regista emiliano Pupi Avati il 24 aprile. La rassegna chiuderà i battenti con Alessandro Barrico il 29 maggio e Amos Oz l’8 giugno. Tutti gli eventi si terranno presso l’auditorium della Gran Guardia, con ingresso gratuito per i soci a partire dalle ore 20.00 e per i non soci dalle 20.45. Per maggiori informazioni consultare http://idem-on.net

Nuove e giovani compagnie incontrano i grandi autori del teatro europeo.
“Sulle spalle dei giganti”: quando il teatro classico strizza l’occhio al moderno

Con il nuovo anno si apre la seconda serie di eventi al Teatro Camploy: da gennaio ad aprile le compagnie teatrali veronesi ripresenteranno gli spettacoli in cartellone durante la stagione estiva. Nonostante il clima freddo, l’inverno teatrale veronese si presenta già caldo di nuove emozioni. “La bella e la Bestia” di Valerio Bufacchi e Gilberto Lamacchi con la Compagnia dell’Arca, è solo un assaggio; nelle serate di sabato 7 e domenica 8 gennaio, la Compagnia Teatrale La Pajeta, presenterà “Hotel-ma”, opera di scrittura collettiva dell’intera formazione che adotta lo pseudonimo di Paul Putcho. L’esilerante spettacolo vede i protagonisti delle tragedie shakespeariane ritrovarsi nella hall di un albergo veneziano che sarà teatro di un delitto. Nonostante le premesse, della compostezza dell’autore rimane ben poco; ad animare la scena sarà ancora una volta la capacità della compagnia di affrontare temi classici con spirito d’ironia.
Il grande drammaturgo inglese sarà con noi anche nel week-end successivo quando la giovane compagnia teatrale Soledarte presenterà lo spettacolo di teatro-danza: “Shakespeare+Queen Rock Hamlet”, musical rivoluzionario in cui la tragedia shakespeariana è metafora della vita e del mondo. Ad impersonare Hamlet una donna, ad accompagnare le frasi e i gesti dei personaggi la musica dei Queen. Nell’ultimo week-end del mese, 29 e 30 Gennaio, la Compagnia Teatrale La maschera metterà in scena la commedia di Molière “Le furbarìe de Scapin”, spettacolo diretto da William Jean Bertozzo. La vicenda, intricata storia d’amore, come nelle migliori commedie si risolverà con un capovolgimento dei ruoli e il coup de theatre tipico del commediografo francese. Ad inaugurare il mese di febbraio, il 4 e 5, sarà il vero successo dell’estate: “Balera Paradiso”, eccellente messa in scena ad opera dell’Estravagario Teatro per la regia di Alberto Bronzato e Riccardo Pippa.

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…