Questo autunno l’uscita in DVD di Her, pellicola che tratta delle relazioni umane e virtuali in un futuro non poi così lontano

Pubblicato il da nella categoria: Cinema e Televisione.

Per celebrare l’uscita in DVD si parlerà di Lei, titolo originale Her, del visionario Spike Jonze, regista di Essere John Malkovich, Il ladro di orchidee e Nel paese delle creature selvagge, che con questo film si aggiudica il premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale nel 2014.
Il film potrebbe essere definito romantic science-fiction, con protagonista Joaquin Phoenix nei panni di un uomo divorziato e solitario che acquista un sistema operativo fornito di intelligenza artificiale di nome Samantha. L’attrice che presta la voce a Samantha è Scarlett Johansson che, nonostante non sia mai presente nel film, grazie alla voce calda ed espressiva riesce a “materializzarsi” sulla scena al pari del suo coprotagonista. Qui la furbizia sta anche nel regista che riesce a rendere ancor più concreta la presenza di Samantha grazie alle soggettive che permettono allo spettatore di vedere ciò che l’intelligenza artificiale guarda e percepisce, così da poter rendere più naturale la dinamica tra i due protagonisti e il racconto stesso. Nel corso del film il protagonista svilupperà un rapporto simbiotico con Samantha, finendo per innamorarsene e iniziando a non percepire più la differenza tra la realtà palpabile e quella virtuale e artificiale. Nonostante ciò, è grazie a questo rapporto che l’uomo riacquisterà forza e sicurezza in sé stesso riuscendo a vivere una vita un po’ più reale.
Il film prende ispirazione dal cortometraggio dello stesso Spike Jonze diretto nel 2010, dal titolo I’m here che racconta la storia d’amore tra due robot in una Los Angeles dove coabitano umani e intelligenze artificiali. Inoltre il regista si è anche ispirato al film di Charlie Kaufman del 2008 Synecdoche, New York di cui lui stesso era uno dei produttori.
Her è da vedere poiché porta a riflettere sui temi relativi alle relazioni e alla difficoltà nell’instaurarle. Nell’era di internet e dei social networks diventa sempre più difficile creare relazioni, e il più delle volte ci si riduce a stabilire connessioni per mezzo di un monitor e una tastiera. Her è l’estremizzazione, non impossibile, di questi scambi telematici, che fortunatamente portano poi il protagonista stesso alla riflessione e alla realtà dei rapporti umani e reali.

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…