Ex Gialloblu e tassisti veronesi scendono in campo a favore di Dravet Italia Onlus

Pubblicato il da nella categoria: Sport.

DRAVET_Partita_Calcio_3-05_sc

Presso gli impianti sportivi “Domenico Savio” a Verona in via Basso Acquar, martedì 3 maggio Unione Radiotaxi e A.S.D. Ex Calciatori Hellas Verona si affronteranno in una partita di calcio a scopo benefico.

L’intero ricavato sarà devoluto alla Dravet Italia Onlus che utilizzerà i fondi per garantire un aumento di qualità di vita ai giovani colpiti dalla sindrome di Dravet e alle loro famiglie, inoltre, parte dell’incasso servirà per dare “linfa” alla ricerca.

La sindrome di Dravet è una forma di epilessia grave e molto rara che può colpire i bambini nel primo anno di vita “basti pensare che le persone affette da questa malattia possono presentare svariati episodi epilettici al giorno e quindi necessitano di assistenza costante, oltre ai ritardi psicomotori che comporta la malattia stessa” spiega il Presidente dell’Associazione Italiana Sindrome di Dravet Isabella Brambilla. Tra i tanti obiettivi l’associazione ha dato il via ad un altro ambizioso progetto come spiega uno dei più autorevoli ricercatori in materia, Prof. Bernardo Dalla Bernardina “abbiamo istituito il primo registro nazionale che ha la finalità di raccogliere l’insieme dei casi che presentano forme di epilessia con alterazioni genetiche sovrapponibili alla sindrome di Dravet.” Questo registro servirà ai ricercatori per reperire materiale e casistiche sempre aggiornate sulle quali studiare e magari per aiutarli a trovare una cura che ad oggi manca.

All’evento sportivo previsto per il 3 maggio saranno presenti due bambini veronesi colpiti da questa sindrome e assieme ai loro genitori scenderanno in campo per decretare l’avvio del match con il consueto calcio d’inizio – “semplice gesto che simbolicamente vuole rappresentare un “calcio” alla malattia” – spiega il responsabile del club sportivo Radiotaxi, nonché ideatore dell’evento, Sergio Lonardi. “Ci auguriamo che molte persone accorrano a vedere la partita per trascorrere un paio d’ore di serenità, ma soprattutto per avvicinarle al movimento della Onlus. Solo conoscendo il problema potremo affrontarlo e sconfiggerlo.” – noi non possiamo far altro che condividere il pensiero di Lonardi ed estendere l’invito a tutti i nostri lettori.

Per info 347-8055557 Lonardi Sergio

 

https://www.youtube.com/watch?v=hgapemTlNgw&feature=youtu.be

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone
TAGS:

Articoli Correlati:


LA VOCE DEL PADRONE La voce del padrone B3
QUINTAPARETE
VERONAÈ TV
Già, può sembrare strano! Talvolta stima e amicizia di una persona ti colpiscono inaspettatamente. E ti trovi compiaciuto. Fu così che un giorno di diversi…